CLIMATIZZAZIONE TORINO: GLOSSARIO

Glossario della Climatizzazione : Utilizzare la giusta terminologia, per la climatizzazione, facilita la comprensione dei fenomeni fisici e la comunicazione con i tecnici. Segue la descrizione dei  principali termini  che comunemente sono utilizzati nell’ambito della climatizzazione civile e che tutti hanno sentito o pronunciato almeno una volta.

Bar : E’ l’unita di misura della pressione, esercitata  su una superficie di un centimetro quadrato da una colonna d’aria alta fino ai confini dell’atmosfera terrestre.

Bocchette: L’aria prodotta da un apparecchio di climatizzazione, condizionamento, deumidificazione o purificazione, è distribuita forzatamente nell’ambiente mediante una ventola. La parte terminale di ogni impianto è costituita da bocchette, di solito con apertura regolabile e inclinabili, deputate alla fuoriuscita dell’aria, che viene così immessa nell’ambiente.

Bulbo secco :Uno dei due termometri dell’igrometro che fornisce la misura della temperatura ambiente.

Bulbo umido : Uno dei due termometri dell’igrometro che fornisce la temperatura dell’aria misurata con un termometro il cui bulbo è avvolto da una pezza bagnata d’acqua. La differenza dalla temperatura a bulbo secco fornisce una misura dell’umidità dell’aria.

BTU : E’ l’acronimo di  British Termal Unit, un BTU definisce la quantità di calore necessaria  per alzare la temperatura di 454 grammi di acqua  da 60 a 61  gradi Fahrenheit. BTU/h British Termal Unit per ora è invece unità di misura della potenza termica:  3,413BTU = 0,860Kcal/h = 1Watt.

Capillare : Tubo di Rame di sezione e lunghezza calibrata che determina una forte caduta di pressione e la conseguente espansione del refrigerante, Usato in circuiti frigoriferi di potenza limitata e che funzionano a condizioni pressoché costanti, generalmente quelli civili.

Climatizzatore : Apparecchio che conferisce all’aria di un ambiente chiuso determinate caratteristiche di temperatura, umidità e purezza. I climatizzatori di ultima generazione purificano l’aria grazie a filtri che sottraggono polvere, micropolveri dello smog, batteri e microorganismi ed eliminano i cattivi odori. I modelli di climatizzatori più evoluti e completi,  funzionano anche da impianto di riscaldamento e possono essere messi in funzione anche d’inverno, specialmente per aumentare la temperatura di ambienti freddi nonostante l’impianto di riscaldamento centrale (termosifoni); inoltre possono agire da deumidificatori se dotati di tale funzione.

Climatizzazione : Trattamento termico e igrometrico dell’aria di uno o più ambienti chiusi al fine di ottenere le condizioni bioclimatiche desiderate; può essere concomitante alla sua purificazione mediante filtraggio. La climatizzazione può avvenire sia in estate che in inverno dal momento che gli impianti possono emettere sia aria fredda, grazie al ciclo frigorifero, che aria calda.

Condizionamento : Trattamento termico dell’aria di un ambiente chiuso per riprodurre le condizioni bioclimatiche desiderate. Il ciclo frigorifero è il processo che produce l’emissione di aria fredda. Si ritiene che fu un ingegnere stanunitense, Willis Carrier, a inventare l’aria condizionata. Era il lontano 1902 e le necessità di controllo del tasso di umidità per non rovinare la qualità dei processi di stampa rappresentarono il motivo per cui l’americano arrivò a mettere a punto il sistema, che nel tempo  subì i miglioramenti.

Climatizzatore a parete : Sistema di climatizzazione con l’unità interna montata su una parete della stanza, in genere quella con la portafinestra del balcone poiché queste si trovano sul muro esterno su cui installare l’unità esterna. L’ingombro, sia interno che esterno, è piuttosto contenuto ed è così adatto anche a spazi ridotti.

Climatizzatore a pavimento : Sistema di climatizzazione con l’unità interna installata sul pavimento della stanza e l’unità esterna montata sul muro esterno dell’abitazione. È indicata se non volete vedere lo split cioè l’unità interna appeso alla parete o al soffitto.

Climatizzatore fisso : Adatto ad ampi spazi, è la soluzione ideale per rinfrescare, riscaldare e/o purificare più ambienti. Potente e decisamente silenzioso perché l’unità esterna non è negli ambienti, è costituito da Monosplit  apparecchio unico per refrigerare solo parte dei locali dell’ambiente o Multisplit  due o più apparecchi per refrigerare tutti i locali dell’ambiente.

Compressore : E’una macchina operatrice che incrementa la pressione e temperatura del gas frigorigeno, può essere di tipo alternativo, a vite, centrifugo, Scroll o rotativo in funzione del sistema utilizzato per comprimere il gas. Può essere inoltre di tipo ermetico, semiermetico o aperto in funzione delle caratteristiche costruttive. 

Condensatore : E’ lo scambiatore dove il refrigerante condensa dalla forma gassosa a quella liquida, cedendo calore all’altro fluido, quindi raffreddandolo, sia esso aria, acqua o miscele incongelabili.

COP :Il Coefficient of Performance, descrive l’efficienza di una pompa di calore ed è espresso dal rapporto tra l’energia resa (calore ceduto al mezzo da riscaldare) ed energia elettrica consumata.

DC Inverter : Climatizzatore a corrente continua, in generale con migliori prestazioni, minore rumorosità dell’unità interna e dell’unità esterna a regime rispetto ai climatizzatori standard.

Deumidificatore : Apparecchio che toglie l’eccessivo tasso di umidità dell’aria in un ambiente. Oltre a essere impiegato per migliorare le condizioni climatiche in ambienti che ospitano persone che non devono subire gli effetti dovuti all’alta umidità (in particolare chi soffre di problemi all’apparato cardiorespiratorio; anziani e bambini), può essere utilizzato come asciugatore per il bucato.

Deumidificazione : Trattamento igrometrico dell’aria di un ambiente chiuso al fine di ridurne il tasso di umidità. Spesso le alte temperature sarebbero più sopportabili dal nostro organismo se il tasso di umidità fosse ridotto; di conseguenza non percepiremmo quella che chiamiamo afa, cioè quella sensazione di caldo soffocante che rende l’epidermide appiccicosa. Questo significa che la maggior parte delle volte è indispensabile innanzitutto deumidificare l’ambiente piuttosto che raffreddarlo.

EER : L’energy Efficiency Ratio di un climatizzatore esprime nel funzionamento a freddo l’efficienza come rapporto tra l’energia termica resa e quella elettrica assorbita.

Evaporatore : E’lo scambiatore dove il refrigerante evapora dalla forma liquida a quella gassosa, sottraendo calore all’altro fluido, quindi raffreddandolo, sia esso aria, acqua o miscele incongelabili.

Fluido refrigerante : Tipo di miscela refrigerante utilizzata nel sistema di climatizzazione / condizionamento. Per ridurre l’impatto ambientale occorre che il fluido refrigerante non contenga elementi dannosi; le norme di legge ammettono miscele quali l’R134, l’R407C e l’R410A.

Frig/h  (Kcal/h) : Unità di misura del calore usata nel gergo tecnico comune, una frigoria equivale ad una Kilocaloria e indica il calore sottratto ad un corpo; come convenzione si attribuisce alla frigoria un segno negativo: 1 frigoria = – 1 kcal. 0,860frig/h = 1Watt = 3,413BTU.

Inverter : E’ il dispositivo elettronico di cui è dotata la pompa, esso aumentando o diminuendo il regime di rotazione del compressore permette la modulazione della potenza termica erogata dalla macchina in maniera proporzionale ai carichi termici da abbattere.

 

Ionizzatore : Riproduce la sensazione di freschezza e purezza dell’aria di montagna dipendente dalla concentrazione di ioni negativi nell’ossigeno, il suo effetto agisce positivamente sulla biochimica umana, aumentando la sensazione di benessere.

Monosplit : Sistema di climatizzazione composto da un’unità interna da installare a parete o a pavimento e da un’unità esterna da installare sul balcone o su un giardino, ecc. per la climatizzazione di un unico ambiente.

Multisplit : Sistema di climatizzazione composto da due o più unità interne da installare a parete o a pavimento e da un’unità esterna da installare sul balcone, terrazza o un giardino, ecc. per la climatizzazione di due o più ambienti. Ciascuna unità interna è gestibile separatamente dall’altra.

Pompa di calore : Gli apparecchi di climatizzazione con inverter sono in grado di produrre anche aria calda Per produrre il caldo il processo del ciclo del freddo si inverte. Quindi viene soffiata aria calda nell’ambiente perché all’esterno viene emessa quella fredda, mentre quando si desidera raffreddare l’ambiente accade esattamente il contrario. L’efficienza della pompa di calore e, più in generale, dell’impianto di climatizzazione impiegato per il riscaldamento o raffrescamento dipende dalla temperatura esterna; tendenzialmente più questa è bassa e meno è possibile esigere aria molto calda.

Potenza frigorifera (BTU) : La capacità di raffreddamento, o la potenza dell’impianto, è espressa in BTU/h (British Thermal Unit all’ora; 3,413 BTU = 0,860 Kcal/h = 1 Watt e 1 frigoria/h = 4 BTU/h) e descrive la capacità di cedere / assorbire il calore in un’ora (es. 7.000 + 12.000).  È chiaro che più alto è il valore BTU/h più un climatizzatore è potente, È inutile acquistare apparecchi con una capacità sottodimensionata o sovradimensionata. La potenza frigorifera non è da confondere con la potenza refrigerante e la potenza di riscaldamento, che sono misurate in kW.

Purificatore : Apparecchio che toglie ogni contaminazione dell’aria di un ambiente chiuso. L’uso dei purificatori è raccomandato nei casi di allergie, asma e problemi di respiratori poiché sono in grado di filtrare l’aria per sottrarre polvere, micropolveri dello smog, pollini, batteri, microrganismi e altre particelle dannose.

Unità esterna : Parte dell’impianto di climatizzazione monosplit o multisplit posta all’esterno balcone, giardino, tetto, ecc. dell’ambiente di cui si desidera controllare la temperatura, l’umidità e la purezza dell’aria. Racchiude le parti che concorrono al funzionamento dell’impianto tra cui il compressore, cioè il motore dell’impianto.

Unità interna : Parte dell’impianto di climatizzazione monosplit o multisplit posta nell’ambiente di cui si desidera controllare la temperatura, l’umidità e la purezza dell’aria.

VRF  : E’l’acronimo di Variable Refrigerant Flow ed identifica gli impianti a espansione diretta a portata di refrigerante variabile.

Watt : E’ l’ unità di misura della potenza nel sistema SI (Sistema Internazionale delle unità di misura) 1Watt = 3,413BTU = 0,860Kcal/h.

Curiosità e notizie

Installazione di un climatizzatore : Il periodo dell’anno più indicato per effettuare i lavori di installazione, così come per acquistare le unità dell’impianto non è certo quando se ne presenta la necessità, quindi abolite il periodo tardo primaverile e l’estate dall’agenda. Potreste difatti non potere contare su offerte invitanti e di sicuro il personale tecnico specializzato è già impegnato con persone che hanno richiesto l’installazione in modo più previdente. Scegliete quindi possibilmente i mesi da settembre a maggio / giugno.

Cos’è l’effetto coanda dei climatizzatori sharp : I nuovi climatizzatori Sharp sono dotati di tecnologia con effetto Coanda, per assicurarti una efficace ed efficiente distribuzione dell’aria in tutti i tuoi ambienti. L’effetto Coanda evita che l’aria emessa dal climatizzatore generi una corrente diretta verso le persone presenti nell’ambiente, in modo da assicurare un maggiore comfort ed evitare correnti dannose.

Come funziona l’effetto coanda dei climatizzatori sharp : L’effetto Coanda spinge l’aria – durante i mesi estivi – verso il soffitto, in modo che questa possa diffondersi “a pioggia” in tutto l’ambiente circostante; durante il periodo invernale invece, l’aria calda viene spinta verso il pavimento in modo che questa possa poi risalire naturalmente e diffondersi uniformemente e delicatamente, garantendo una temperatura ottimale ed il massimo comfort anche a basse velocità.

Cos’è il plasmacluster : La nuova tecnologia brevettata Plasmacluster è un sistema innovativo di purificazione dell’aria in grado di generare ioni positivi e ioni negativi con l’obiettivo di ridurre efficacemente e in maniera assolutamente naturale batteri e microparticelle come muffe, virus, acari e pollini per donarti un maggiore e prolungato benessere in ogni ambiente. Questi elementi infatti sono in genere i principali responsabili di stati allergici, influenze e asma. La tecnologia Plasmacluster, grazie alla sua capacità ionizzante, elimina quasi totalmente tali impurità dannose, ristabilendo al contempo il corretto equilibrio tra ioni positivi e ioni negativi, assicurandoti sensazioni rinfrescanti e rigeneranti, oltre a un’aria davvero pura e salubre.

Come funziona la tecnologia plasmacluster : Plasmacluster è in pratica un vero e proprio generatore di ioni capace di scindere le particelle di acqua e ossigeno, normalmente presenti in ogni ambiente, in ioni di idrogeno positivi e ioni di ossigeno negativi. In questo modo, gli ioni immessi in gran numero in ogni parte dell’ambiente attraggono le molecole di acqua presenti nell’aria; queste formano dei piccoli gruppi “incollandosi” attorno a ogni ione (come fossero grappoli d’uva). I gruppi di ioni così formati sono in grado ora di aggredire impurità come batteri e virus: ogni volta che aderiscono alla superficie di un batterio o di una microparticella, reagiscono chimicamente formando delle particelle estremamente instabili (radicali OH), con elevata capacità di ossidazione e in grado di “strappare” un atomo di idrogeno dalle proteine che sono presenti sulla superficie dei virus. Questa scomposizione delle proteine è quella che riduce notevolmente l’efficacia dei virus stessi. Il ciclo di ionizzazione termina con la formazione di nuove molecole di acqua purificate che vengono reimmesse nell’ambiente circostante, reso così più salubre e pulito.

Plasmacluster è una tecnologia certificata sharp : LA TECNOLOGIA PLASMACLUSTER È STATA sottoposta a numerosi test in tutto il mondo e certificata da oltre 10 istituti di ricerca e laboratori (In Italia, dal Laboratorio Analisi MBT Molecular Biotechnology s.r.l.). E’ provato che gli ioni generati ed emessi nell’ambiente sono in grado di ridurre fino al 99,7% dei batteri e virus presenti.

Eco inverter sharp : E’ una innovativa tecnologia – presente sia sul compressone che sulla ventola dell’unità esterna – che ti assicura comfort ai massimi livelli e un risparmio energetico senza precedenti:
– dal 40% al 90% di potenza in più rispetto ai normali condizionatori;
– fino al 30% di risparmio energetico in più rispetto ai normali condizionatori, evitando inutili sprechi;
– bassi livelli di rumorosità grazie al nuovo compressore twin rotary.
Le unità esterne sono dotate di un nuovo ventilatore sviluppato basandosi sulle più recenti teorie aereonautiche della Nasa. In questo modo, la pala del ventilatore ha una forma ancora più aerodinamica in grado di gestire una quantità d’aria ancora maggiore e di raggiungere una efficienza di rotazione del 50% in più circa rispetto ai vecchi ventilatori.